Lucia Arena

Il caso Contrada

Oroscopo di Lucia Arena

Il caso Contrada

Il caso Contrada

  Apr 29, 2015  /     Misteri

Il caso Contrada

Sotto il peso della croce … un destino segnato.

Il tema Natale di Bruno rileva aspetti forti, inevitabili, un cammino obbligato che un’ingiusta sorte ha tracciato ancor prima che venisse alla luce, “un’esistenza segnata” … 1 Settembre 1931 Napoli, ore 23.15 nasce Bruno Contrada, potremmo fermarci al tema della Luna Nuova prenatale e non andare più oltre, tanto è chiaro il suo divenire … ma per dovere di cronaca sarà più doveroso ripercorrere passo dopo passo un destino non del tutto facile … Quel che accadde nel cielo, identificato dal mistero del Novilunio ( luna nuova) prima che Bruno venisse alla luce, la prima madre, il primo istinto, il suo destino sono segnati da serie complessità e ingiustizie, palesemente riscontrabili, pubbliche, non nemici nascosti, bensì alleanze distruttive ( la settima casa è seriamente compromessa da Stelle parlanti) … il resto, la sua carta del cielo, ne è stata la conferma, gli aspetti natali e i transiti successivamente ne comprovano il suo essere ad oggi e il suo lungo e sofferto cammino verso la libertà di uomo!

Luna, sole e venere congiunti, aspetti senza lode e senza infamia, tutto sommato il suo segno zodiacale, vergine, avrebbe retto bene a qualsiasi tipo di transito, la vita non sarebbe stata eccessivamente tortuosa, anzi … ma qualcosa stona in quel movimento di stelle, quel girotondo astrale sembra il piano di una roulette, la pallina universale che segna le tappe dell’esistenza s’inceppa creando una disarmonia che peserà al momento della nascita, Nodo retrogrado e Luna nera congiunti si oppongono al suo Sole ( sempre la settima casa, quella dei nemici accertati sottolineo, non nascosti).

Anche chi non ne capisce niente di Astrologia percepisce che qualche cosa non è apposto, manca l’armonia dell’universo, la sincronicità sul piano della vita è negata, un destino pesante gli aspetta.
Alle 23, 15 di quel 1 settembre 1931 il suo primo vagito, forse un pianto soffocato, silente, diverso da qualsiasi altro neonato, la luna era appena entrata in toro segno forte, grossolano e affamato, sapeva che urlare non sarebbe stato determinante, il suo Sole nel segno della Vergine lo rendeva sicuro che le attese sono sempre ben ricompensate … il suo ascendente gemelli lo rendeva grazioso, un simpatico bebé, che seppur non era bello come il sole dove lo mettevano stava, conquistando l’attenzione di tutti intorno, confermava il valore di quella Venere vicino al suo Sole, cioè nel segno della vergine, rafforzando quell’intrigante espressione che più di un bimbo appena nato sembrava di chi già si portava dentro chissà quale mistero di vita, opera di Nettuno che insieme a mercurio e gli altri due pianeti appena citati occupavano la quarta casa natale, quella della vita quotidiana, la famiglia, il clan.
Eccola la sua carta del cielo, ormai è fatta!

La fotografia della sua sorte è inconfutabile! … quella che si porterà a vita, con tutto ciò che gli aspetta, senza poter saltare nulla o mollare, sarà difficile per Bruno scaricare tanta gravosa energia di natura indecifrabile, confusa, mistica, ma non aggrovigliata bensì chiara e fluida, quasi un riflettersi in uno specchio d’acqua altamente inquinato, avvelenato, dove la figura non si sfalda è perfetta, contornata e corrispondente, dovrà solo stare attento a non bagnarsi … una croce nel tema radix è evidente, parla fin troppo chiaro, lo schiaccerà, ed è presente sin dal suo primo respiro in questo mondo, inizia la sua vita.

Un salto stellare fino al 1982 sarà l’unico modo per sintetizzare e far comprendere al lettore, anche al più scettico che avrà seguito le sue vicende, la netta differenza tra il Contrada libero e quello che dovrà lottare per esserlo, visto che la croce di saturno, plutone, Marte e Urano nei quattro angoli del cielo sarà quella tensione ciclica, cronica alle volte anche positiva, che lo porterà a ricoprire ruoli importanti e complessi, che accentueranno il prestigio vorticosamente, non vedendo né tempo né eventi, un fiume in piena lo trascina, dandogli un piacevole senso di comando e molta autorità.

Il suo cambiamento sarà dettato dalla vita che improvvisamente cambia direzione … svolta, precipita, si dirige verso il baratro totale, quasi come una macchina durante una folle corsa si rompono i freni ai margini di un precipizio inaspettato, il guidatore avrà sempre il dubbio di come sarà successo, solo gli anni lo porteranno a una risposta è sarà quella giusta.

Saturno in Capricorno crede a ciò che vede, gli eventi seppur misteriosi e indecifrabili hanno sempre un senso logico, una verità che sembra essergli cucita addosso e che il tempo conforma tacitamente. Un senso di appartenenza al dovere che potrebbe far ricadere mille volte nello stesso errore, sono i punti di vista degli altri che non collimano con i risultati, rendendo confusa l’atmosfera, le colpe sono boomerang.

Quell’accoppiata di Nodo lunare e luna nera li ritroviamo al momento della nascita in Ariete, nella sua undicesima casa quella delle “amicizie”, degli ambienti sociali frequentati, di chi si ha fiducia totale, visto la natura del segno ( fuoco) che li ospita i conflitti e scontri non sono per niente semplici ma frequenti e turbolenti tanto che spesso viene messa in discussione la natura leale e spartana delle relazioni, di un guerreggiante e impulsivo Marte, tenuto fermo in croce da un complotto di pianeti lenti e destinici … e ce ne vuole, quasi un terno al lotto perfettamente al contrario. … ironica la sorte che lo rende potente ma molto vulnerabile, lo evidenzia Plutone, astro distruttivo, nell’unico elemento d’acqua che possiede il nostro Bruno, astro catastrofico in un segno come quello del cancro crea terremoti interiori, richieste impossibili a se stessi e spesso anche stravolgimenti radicali di vita, molti di questi certamente voluti ma i risultati non pagano piuttosto accentueranno quella ”croce Radix” che si porta dietra, un prezzo altissimo potrebbe allontanarlo dalle radici familiari, dai valori che la stessa difende con orgoglio e tradizione, uno status al quale difficilmente rinuncerebbe ….

Eppure Urano, pianeta rivoluzionario si oppone a Marte, il giovane Bruno ha coraggio e testardaggine, determinazione e orgoglio, un vulcano dentro di lui diventa sempre più incontenibile, deve trovare un modo per canalizzare tutta questa energia, non mancherà a lui come fare, affiancato da mercurio, Venere, Sole e il magico Nettuno troverà la sua strada, anche qui vorrei spendere qualche parola in più , Bruno è destinato a diventare qualcuno, farà parlare di sé, deterrà un ruolo considerevole e il successo pubblico e le gratifiche personali arriveranno, ma tutto sempre sotto una tensione celeste che prima o poi dovrà esplodere … il sole in vergine lo tiene con i piedi per terra, Saturno in capricorno impone rigore nelle collaborazioni, autorità nel suo ruolo e leader granitico, statico, rigido, inscalfibile tanto da essere considerato una figura indistruttibile per come inflessibile era il suo galattico impegno, la professionalità e il duro lavoro, niente d’improvvisato, molto intuito ma l’azione era sempre calibrata perfettamente a tavolino con tutti gli accorgimenti dovuti, un vertice nel quale andavano a convogliare mille segreti e operazioni che la sua attività gli richiedeva convulsamente … nessuno avrebbe mai potuto abbatterlo in teoria, ma astrologicamente parlando l’opposizione di plutone dice altro, presagisce eventi difficili e soprattutto inevitabili … poteri occulti, complotti, misteri, tutto ciò che non si vede alla luce del sole determineranno la sua fine di uomo e rappresentate di legge, Marte si oppone dal segno della Bilancia a Urano in Ariete, dove ne è maestro, si scontra alle sue stesse forze universali, alla sua potenza naturale, Marte diverge con l’energia dirompente incontrollabile di Urano che seppur in undicesima casa, dove ha il suo dominio zodiacale il segno dell’acquario, accende incendi devastanti dell’anima, momenti d’incontrollabile energia, troppa, tanto da divenire dannosa per quella figura pubblica, sotto certi aspetti famosa e gratificante che si era sudato con lavoro, genio e sacrifico ….

Mi sono ritrovata più di una volta a ritornare e studiare il tema di Bruno ed ho cercato un’interpretazione diversa, sperando per pacatezza dell’anima di darne almeno un’altra lettura, ho fatto di tutto per non cadere in errori spiccioli che avrebbero compromesso tutta la sincronicità della sua carta celeste, ho letto i transiti sotto una chiave scientifica, psicologica, filosofica, concreta ma niente potrebbe cambiare il suo destino, neanche una virgola di quello che ha passato, era tutto scritto in quella croce radix (di nascita).

Una cosa è certa con Cerere vicino al suo Marte nella casa del cuore in Bilancia ha nutrito con rispetto, dedizione e giustizia ogni rapporto umano, da quello personale, affettivo padre, marito, figlio a quello professionale che con la presenza di un asteroide di nome Pallade, con il domicilio sul suo sole in Vergine, intriso del maestro del segno che lo ospita, Venere, tutto diventa diplomatico intrigo, giochi di potere anche guerre intestine, parlare sottovoce e a codici è quasi un credo, Giove in terza nell’autorevolezza del fuoco del leone, regale ma peregrino, senza alcun aspetto astrale che lo evidenzi, identifica un linguaggio incisivo, autorevole e temuto, avvolto in un alone impenetrabile che rende tutto spettacolarmente armonico, inscalfibile, torbido ma vitale, indispensabile per quegli equilibri che ormai sembrano essere necessari, diventati fattore personale per portare avanti un lavoro faticoso, attento e di grande spessore, qualcosa che con Plutone e Marte dissonanti si ripercuoterà contro … una ricerca continua, dare il massimo, nel 1982 parte la carriera del capace Bruno, comincerà a girare voce negli ambienti frequentati delle sue valenze di uomo e professionista, serietà, riservatezza, genio, intuito forse troppo tecnico ma i risultati parleranno da soli, saranno eccellenti … schivo e poco propenso agli elogi pubblici anche se pretesi e ben accetti, diventa un personaggio chiave per l’attività che svolge, poco ironico con la vita spende qualche battuta divertente con chi si trova a pelle, in casa solo con la moglie, che assumerà nella sua vita un ruolo determinante, confermato da Giunone a 28°26’ del suo ascendente gemelli … instaura una dipendenza matrimoniale tipica di chi fuori è un capo, una figura di spiccato rilevo e autorevolezza, ma che tra le mura di casa decide volutamente di diventare servo.

Il 1991 segna un periodo dove le forze sono tutte convogliate verso un’unica direzione, è un uomo ossequiato, rispettato e stimato … Marte e mercurio di transito evidenziano amicizie pericolose, conoscenze inevitabili e difficilmente contrastabili, ecco la croce radix si ripropone e lo farà ancora per i prossimi anni a venire, con una cadenza da orologio svizzero, i pianeti lenti, quelli carmici più complessi si ridisporranno spesso allo stesso modo di quando in cielo, di quella nascita, creò tra i quattro angoli del cielo, una Croce di tensione che Bruno si porterà dietro a vita.

Nel 1992 iniziano transiti complessi che ripercorreranno i solchi di quel cielo sotto pressione, pronto a esplodere alle prime evidenti e pressanti complementarità stellari del cielo di nascita, simili aspetti di tensione prospettano un futuro non del tutto roseo … Saturno sull’ascendente preannuncia un periodo difficile, inizia un isolamento tanto fisico quanto psicologico, Giove in vergine potrebbe renderlo partecipe di qualcosa di troppo grande, incontenibile che rende ingestibile certi aspetti quotidiani, lavoro, vita sociale, famiglia e patria.
L’ideologia comincia a lasciare il passo alla sopravvivenza, alla pratica a quello che la vita esige, la serenità si allontana sempre più e l’impegno fisico e mentale è schiacciante.

Nel 1993 il sole si oppone alla Luna … è un messaggio che giunge dal cielo, sarà difficile non percepirlo nel suo crescere, ma con Giove e Nettuno quadrati sarà impossibile poter arginare l’inizio di una crisi profonda di vita, mancano le forze, si chiede aiuto.
L’aspetto critico dell’anno che incalza ormai è evidente per Bruno, anche se non è facile renderlo pubblico, è meglio occultarlo, nasconderlo … Urano e Nettuno congiunti ( aspetto raro avviene ogni 172 anni circa ) in ottava casa ( il carcere, la profonda e inevitabile crisi) transitano sul Saturno Natale ( stenti, crisi, difficoltà, isolamento e sacrificio) al Medio cielo.

Marte e Giove sembrano allearsi per fronteggiare qualcosa che sembra sfuggire di mano ma le difficoltà saranno ancora più radicate, si dovrà confrontare con quel Marte natale che non gli consente repliche, guerra, è guerra sia, psicologica indubbiamente è nell’elemento d’aria della Bilancia, occorre mediare, e proteggersi dalle cattiverie verbali qualcuna anche fisica, un capovolgimento di quello che è stato il suo esordio, l’esatto contrario e con una velocità supersonica, iniziano anni tormentati.
La croce si avvicina, iniziano i cambiamenti frutto di questo complesso gioco stellare, cambierà pelle.

Nel 1994 anche Saturno si oppone al suo sole, il prestigio decade, l’atmosfera è pesante, l’ambiente professionale, la carriera ha un arresto, un declino doloroso e sacrificante … ci sarà ancora voglia di lottare, di stravolgere degli eventi inesorabili ma venere assumerà l’aspetto più difficile che possa dare, si quadra a Saturno … delusioni, l’animo è colpito profondamente, l’istinto di sopravvivenza sembra scendere inesorabilmente sempre più i basso, anche lo stato fisico, la salute, viene messa a dura prova … figure misteriose gli girano intorno, anche le amicizie più intime, i legami più solidi traballano, forse non del tutto infondati i dubbi che nutriva da sempre, Nodo e luna nera si ritrovano insieme, solcheranno l’undicesima casa, gli ambienti frequentati, le “pseudo amicizie”.

Nel 1995 Un momento di crollo psicologico … potrebbe diventare crisi esistenziale, pazzia, squilibrio … tutto quello che un uomo come Bruno non pensava potesse passare mai, un passaggio che sperava in cuor suo ( luna in toro cuspide Ariete) non accadesse proprio a lui. Luna e plutone di transito congiunti in Scorpione, l’intrigo, il complotto comincia a prendere sempre più forza, Marte quadrato a Urano e Giove, momento difficile per l’uomo, per qualsiasi uomo che porta sulle spalle un peso schiacciante di giustizia e onore, Saturno in Pesci forse lo fa sentire più protetto mettendolo nelle mani di Dio, cercando un qualcosa in cui credere, aggrapparsi, si avvicina al mondo spirituale, ritrova la fede perduta, poco fanatismo, ma tanta preghiera … . E’ inutile dirlo, la croce di pianeti lenti e distruttivi in un modo nell’altro rifà lo stesso perverso gioco, continua la sorte che è stata scritta per lui, non è ancora il momento di cedere, resiste con tutta la forza che ha dentro e con la speranza di sapere che alla fine giustizia sarà fatta.

E’ arriviamo al 2000 … un inizio di qualcosa che segnerà un nuovo delirante ciclo. Marte si oppone a Urano, disegna nel cielo lo stesso identico profilo che aveva alla nascita, se fossero stati superenalotto, le vincite lo avrebbero reso ricchissimo, troppi passaggi ripetuti di pianeti lenti, quelli che segnano epoche, portatori di eventi casuali, purtroppo per Bruno sfavorevoli che inevitabilmente ripercorrono quei solchi già evidenziati da sofferenze, malignità e congetture ( la croce non si smentisce mai )… adesso il complotto sembra non reggere più, qualcosa succede, l’alternarsi dei pianeti della nascita si fanno sempre più frequenti, incalzanti e determinano un’energia propulsiva che tenderà a strapparlo da un destino segnato.
Ma la salvezza è ancora lontana e soprattutto la giustizia riuscirà a fare il suo corso e sollevare Bruno, dalla sua “croce”?

2006 e 2007 passaggi difficili, nel 2008 Giove entra in prima casa, qualcosa di esorbitante e ingestibile, privato della libertà sente sempre più il danno psicologico che lo rende ancor più cagionevole nella salute, la sua forma fisica e psichica regge ancora, un incontro sarà per lui determinante, ma significa anche l’incontro con un uomo di legge che s’impegna con professionalità e giustizia e chiede la grazia … si ripresenta la croce, questa volta in segni mobili, pesci, scorpione e cancro … un barlume di speranza, qualcuno prenderà la sua croce e con grande umanità cercherà di rendere grazia all’uomo, a quello che rimane di chi è stato schiacciato da una morsa stellare, da un Karma che seppur riguardava Bruno forse non gli è mai appartenuto in questa sua vita terrena, chissà da quale dimensione arriva, ha pagato qualcosa che inspiegabilmente gli è piombata addosso a partire da quell’ 1 settembre 1931, un debito carmico che solo lui poteva e doveva espletare.

Nel 2009 Plutone si oppone a Marte, uguale transito alla nascita, Cerere nutre la speranza …. 2010 difficile, Saturno quadra Plutone, non è un anno promettente, troppi dissensi giudiziari, la legge sembra ancora rivoltarsi contro … Nel 2011 sembra che tutto ritorni nuovamente al punto di partenza, assurdo i pianeti si collocano nuovamente in complessa ricezione, Marte, Saturno, Urano e Plutone, stelle toste, significatori di sorte fanno un muro ma questa volta occorrerà infrangerlo non assecondarlo, con amore, professionalità e credo … E’ difficile spiegarlo ai giudici, al pubblico ministero alla Corte, loro si nutrono di leggi non di esoterismo come potrebbe fare chi si occupa come me di scienze delle stelle, eppure non c’è prova contraria che possa escludere tutto ciò.

Il suo Saturno è retrogrado, carmico, nel suo trono, dispositore dell’8 casa, il mistero, l’occulto, la magia, e di plutone il suo maestro, quel pianeta tosto militare della vita che si oppone alla sua esistenza, ecco un destino pesante da sciogliere e che è più facile definirlo intrigo, complotto o qualcosa di più e punirlo con pene e dolore uccidendo dignità e spirito, che graziare un debito che non è di questo mondo.

Certamente non sarà facile graziarlo e sollevarlo da ogni inquietudine, ma se non si pone fine a questo circolo vizioso, chi continuerà a mandare avanti il suo carma o debito, non farà altro che rinvigorirlo, rendendolo indistruttibile, eterno, immortale come non è Bruno che quando sarà, quanto più tardi è possibile, lascerà questo mondo e il suo misterioso debito, carma o non carma inevitabilmente per legge universale e cosmologica, cadrà su chi non ha fatto altro che alimentarlo , la grazia è un potente dissolutore di artificiosi incantesimi, il bene è di questa terra, il resto che non è tale, appartiene ad altri luoghi e non siamo noi ad esserne candidati alla gestione o farne uso e consumo, bensì qualcuno lassù, oltre il cielo, ha poteri che qui nessuno, anche il più pretenzioso di turno, si sogna di avere e allora diamo una svolta al destino di Bruno, contrastiamo l’esoterismo e le sue complessità celesti con la giustizia di uomini. …

P.S. 2013 Bruno adesso si trova a casa, ha scontato abbastanza il suo debito con il destino ma non è ancora del tutto libero nel suo intimo, vuole manifestare al mondo le sue pene o forse deciderà di chiudere definitivamente con il passato, il suo angelo custode gli è sempre vicino, vuole per lui la grazia dagli uomini, la libertà anche dopo la fine dei suoi giorni, deve finire questa apocalisse libero,sollevato da ogni ingiuria e calunnia, deve essere assolto davanti agli uomini visto che Dio forse lo ha già fatto, Nettuno è in Pesci nella casa dello spirito, Bruno ha sete di religiosità, di credere in qualcosa che gli dia serenità, ma non dimentica la sua travagliata vita su questa terra debitrice di chissà quali colpe.
Solo un piccolo appunto se ancora mi è concesso non è deontologico parlare di stato di salute per un astrologo io personalmente non ne parlo mai ma giacché il nodo e saturno si congiungono in cuspide nell’ottava casa, consiglierei a Bruno di fare qualche controllino di routine, vista la sua giovane età non è poi così inadeguato attenersene.

Il caso Contrada

________________________

Misteri e Destini

Spesso non si hanno risposte ammissibili a certi eventi, implacabili determinano le sorti di uomini e donne che, sin dallo loro primo respiro, dovranno lottare con coraggio per difendere la propria vita, “forse” già segnata da un destino inconfutabile o da una legge di corrispondenza, espressa dall’assioma rosacrociano: “Così sopra, così sotto”. Chiamiamolo Karma, è la strada più breve e da un po’ di secoli anche la più accessibile a tutti, o quasi …

Il primo presupposto della “Tabula Smeraldina” – la “Magna Charta” dell’esoterismo – in italiano, suona:

“Ciò che è in basso è come ciò che è in alto / e ciò che è in alto è come ciò che è in basso per fare i miracoli della cosa una. / E poiché tutte le cose sono e provengono da una, / per la mediazione di una, così tutte le cose sono nate da questa cosa unica / mediante adattamento.”

Lucia Arena

Il giallo in chiave Astrologica

Leggi anche:
Il delitto di Milena Sutter
Il caso di Roberta Ragusa
Il caso Yara Gambirasio


Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*